Crei-Amo l’impresa: ERLUX al fianco degli studenti del Liceo Classico di Forlì

11 Maggio 2018


Venerdì 3 maggio presso Palazzo Romagnoli si è svolta la premiazione del concorso "Crei-Amo l’Impresa" promosso dai Giovani Industriali di Forlì-Cesena e riservato alle Scuole Superiori del territorio. L’iniziativa si pone l’obiettivo di promuovere negli studenti la cultura dell'imprenditorialità, nell’ottica dello sviluppo di idee di business, sulle quali gli Istituti coinvolti hanno lavorato con il supporto di aziende del territorio, fra cui ERLUX, proponendo progetti d’impresa innovativi, su riciclo, risparmio energetico e smart city. Sono stati premiati, con possibilità di accesso alle selezioni regionali del progetto (in programma il 31 maggio prossimo), l’Istituto Tecnico Aeronautico Baracca e ad ex-equo il Liceo Classico G.B. Morgagni.
 
I progetti vincenti riguardavano una APP da utilizzare tramite smartphone per la dematerializzazione dei biglietti del trasporto pubblico (proposta dall’ITaer) e un tavolo fotovoltaico ideato dai ragazzi del Classico con il supporto dei tecnici di ERLUX.

La giuria che ha decretato i vincitori era composta da Lubiano Montaguti (vice-sindaco di Forlì), Alberto Zambianchi (Presidente di Unioncamere Regionale), Camilla Zanichelli (Vice Presidente del Gruppo Giovani di Confindustria Emilia-Romagna), Floriano Botta (Presidente Delegato pro tempore di Confindustria Forlì-Cesena), Elena Babini (Presidente Vicario del Gruppo Giovani di Confindustria Forlì-Cesena), Giuseppe Pedrielli (Provveditore agli studi di Forlì-Cesena e Rimini), Fabio Campanella (direttore di ForlìToday) e Giacomo Bedeschi (Corriere di Romagna).
 
Di particolare interesse il progetto presentato dagli studenti del Classico con il supporto dello staff ERLUX: “Si tratta di un tavolo fotovoltaico – spiega Andrea Zanetti, che ha coordinato l’iniziativa per l’azienda – che fra l’altro è stato portato a Palazzo Romagnoli durante l’evento di venerdì scorso e che è stato utilizzato come banco di appoggio per la giuria. Su una struttura in metallo è stata fissata, quale piano, una cellula fotovoltaica, con prese di corrente elettrica per alimentare PC e prese USB per ricarica di smartphone e tablet. Il tavolo, poi, è stato dotato nella parte inferiore di un piccolo inverter indispensabile per la trasformazione dell’energia e anche di una batteria di accumulo. L’idea non è fine a se stessa, ovvero la creazione di un prodotto innovativo, ma rappresenta un tentativo di inserire la cellula fotovoltaica in contesti architettonici e di arredo, per produrre energia pulita e creare ambiti di autosufficienza energetica”.