Energie rinnovabili

Impianti fotovoltaici ibridi: spazio all’innovazione tecnologica

6 Maggio 2016


Da quando sono apparsi sul mercato, gli impianti fotovoltaici hanno subito evoluzioni importanti per quanto concerne la qualità dei materiali e il livello delle prestazioni che sono in grado di assicurare.
Erlux ha sposato da tempo la filosofia dell’eccellenza qualitativa dei pannelli, commercializzando esclusivamente prodotti firmati dall’azienda produttrice tedesca Solar World, di cui è partner autorizzato per il mercato italiano. Oltre a materiali di pregio Erlux, in linea con la propria mission che punta costantemente all’innovazione, ultimamente ha curato soluzioni che presentano alti livelli di tecnologia applicata al fotovoltaico.
“E’ il caso – spiega Luigino Pasquale, tecnico dell’azienda - di un impianto ibrido che stiamo ultimando sulla copertura di un condominio in località Vecchiazzano (nella periferia di Forlì): si tratta di una soluzione di 12 kwatt di potenza in cui, sotto i pannelli, è fissata una serpentina, alimentata da un sistema a pompa, che scambia acqua con un collettore idraulico. Questa particolare conformazione assicura due importanti benefici: da un lato garantisce il necessario raffreddamento dei moduli fotovoltaici, specie nel periodo estivo, ottimizzandone i livelli di performance, dall’altro offre acqua calda per gli usi domestici delle unità abitative, nella misura di quanto garantirebbe un sistema solare termico”.
Un progetto, quindi, che conferma la continua ricerca, da parte di Erlux, di sistemi innovativi che privilegino il basso impatto ambientale e nello stesso tempo garantiscano alti livelli di efficienza energetica coniugati con significativi risparmi sulle utenze: la realizzazione di questo particolare impianto fotovoltaico è stata coordinata, oltre che dal già citato Luigino Pasquale, anche dal capocantiere Lucian Barac.