Luce al led per una nuova rotatoria a Forlì

15 Giugno 2018


Lo scorso 24 maggio una squadra di tecnici ERLUX, composta da 7 addetti, ha portato a termine brillantemente un’opera in appena 5 ore di intenso lavoro. Teatro dell’intervento è stato l’incrocio fra viale Corridoni, via 2 Giugno e via della Rocca a Forlì, sul quale è in stato avanzato di realizzazione una rotatoria.

Gli uomini ERLUX, tramite un incarico diretto del Comune di Forlì, sono stati coinvolti nella realizzazione dell’illuminazione della rotonda in un contesto alquanto scenografico. I lavori sono stati effettuati in orario serale e  notturno per limitare i disagi alla circolazione: l’area, infatti, è stata esclusa al traffico dalla Polizia Municipale dalle ore 21,00 per permettere le varie installazioni, con l’imperativo di terminare l’intervento prima possibile, al fine di ripristinare la possibilità di transito dei veicoli.
 
“Lavorare in queste condizioni – spiega Luigino Pasquale, tecnico ERLUX che ha coordinato i lavori – presenta ovvi rischi; tutto deve filare liscio e non possono essere tollerati imprevisti o perdite di tempo. Abbiamo cominciato poco dopo le 21,30 e attorno alle 2,00 del mattino abbiamo concluso il tutto con grande soddisfazione: nel dettaglio abbiamo rimosso i semafori esistenti e abbiamo installato l’illuminazione a led tramite 5 pali su cui sono stati fissati i corpi illuminanti. Uno di questi posto al centro della rotatoria e gli altri quattro negli ingressi. Ogni proiettore sviluppa luce di potenza pari a 100 watt, che corrisponde ai 250 watt di un faro tradizionale. Per portare a termine un lavoro del genere in un lasso di tempo così limitato, oltre alla professionalità dei nostri addetti, hanno giocato un ruolo strategico le attrezzature di nostra proprietà di cui ci siamo avvalsi: mi riferisco a due piattaforme aeree e due camion con autogru, senza i quali un intervento del genere sarebbe stato impossibile”.
 
C’è da dire, inoltre, che l’installazione è stata anticipata da un prezioso lavoro preparatorio svolto in azienda nei giorni precedenti, durante il quale sono stati predisposti tutti i cablaggi e i collegamenti elettrici, al fine di ridurre al minimo i tempi di montaggio sul posto: l’intervento ha coinvolto, oltre al coordinatore Luigino Pasquale, anche i capocantiere Marco Fabbri e Gianluca Masotti.